Come recuperare i file cancellati anche dal cestino

Come recuperare i file cancellati anche dal cestino

Come recuperare i file cancellati anche dal cestino

Introduzione

Come recuperare i file cancellati anche dal cestino: A volte cancellare dei file porta a dei ripensamenti ed  una volta svuotato il cestino può sembrare del tutto impossibile il loro recupero. L’eliminazione dei file può essere volontaria e, qualche volta, accidentale. La perdita di file può arrecare molti problemi e, spesso, enormi dispiaceri e danni irreparabili.

Quando un file viene eliminato, anche dal cestino, esso continua a risiedere nell’hard disk fino a che nuovi salvataggi non sovrascrivono i settori dove era allocato il file, per questo motivo a volte il recupero è impossibile.

Generalmente quando ci si accorge di aver eliminato un file anche dal cestino e lo si vuole recuperare è consigliabile utilizzare meno possibile il pc in modo da evitare la sovrascrittura del file eliminato.

Che siano documenti, immagini o file di ogni genere generalmente esistono diverse soluzioni per il recupero dei file e in casi estremi, data l’importanza dei file, ricorrere a dei professionisti o alle costosissime Camere Bianche.

Come recuperare

In un precedente tutorial ho già affrontato la problematica per il recupero dei file attraverso la tecnica delle Copie Shadow (versioni precedenti) usufruibili nativamente da Windows Vista in poi.
Esistono diversi programmi disponibili online, sia a pagamento che gratuiti, per il recupero dei file  tuttavia in questo tutorial vedremo come recuperare dei file cancellati anche dal cestino attraverso un eccellente tool chiamato Recuva Portable. Il software Recuva, messo a disposizione dal sito Piriform, è gratuito e l’utilizzo è abbastanza semplice ed intuitivo.

Come si può capire dal titolo il software non necessità alcuna installazione e, una svolta scaricato e scompattato, è possibile trasferirlo su di una chiavetta usb per utilizzarlo su qualsiasi pc.

Procedura

Procediamo con il download e l’utilizzo su Windows:

  1. Scaricare il software da questo link
  2. Il Download si avvia in automatico, qualora non dovesse avviarsi cliccare su start Download
  3. Al termine del download cliccare su rcsetup152. Nonostante il nome il software non richiede installazione
  4. Il file compresso in formato Zip contiene 2 programmi eseguibili (exe) ed esattamente Recuva.exe per sistemi a 32 bit e Recuva64.exe per sistemi a 64 bit. Per decomprimere il contenuto è sufficiente fare doppio clic su Recuva.exe
  5. Poichè il file è di tipo compresso è necessario estrarre il contenuto quindi cliccare su Estrai tutto
  6. Il sistema propone in automatico la cartella, in questo caso sotto la cartella Download, all’interno della quale saranno estratti i file. In questo passaggio è possibile indicare una cartella di propria preferenza oppure un unità disco o chiavetta usb. Scelta la destinazione cliccare su Estrai selezionando l’opzione Mostra i file estratti al termine dell’operazione.
  7. Attendere il completamento ed attendere l’apertura della cartella che conterrà i file estratti
  8. Terminata la decompressione sono visibili i file estratti.
  9. Doppio clic ed eseguiamo Recuva.exe
  10. All’avvio il programma esegue un wizard (procedura guidata). Il programma all’apertura viene eseguito in lingua inglese tuttavia è possibile selezionare e configurare la lingua in italiano. Cliccare su Next
  11. Il programma offre molte possibilità di recupero ma poichè eseguirà una scansione è possibile, per abbreviare i tempi di recupero, selezionare la tipologia di file da recuperare. Clicchiamo su Next.
  12. La procedura di recupero per abbreviare i tempi e priorità di scansione chiede all’utente dove si trovava il file al momento della cancellazione. E’ consigliabile indicare I’m not sure ( non sono sicuro) per avere maggiori possibilità di successo. quindi cliccare su Next.
  13. Terminate le indicazioni è possibile avviare la scansione. L’interfaccia propone anche una scansione approfondita (enable deep Scan) consigliabile al fine di aumentare le possibilità di recupero. Iniziare la scansione cliccando su Start
  14. Attendere il termine della scansione delle unità
  15. Successivamente alla scansione il programma mostra un elenco dei file da poter recuperare
  16. Individuato il file da recuperare clicchiamo su Recover e verrà proposta la cartella dove poter salvare il file.Si fa presente che non sempre il recupero ha successo in quanto i settori (cluster) dell’hard disk, dove si posizionano i file eliminati, possono venire sovrascritti pertanto, spesso, risulta impossibile il recupero. I file eliminati si posizionano sull’hard disk sotto forma di pacchetti pertanto per la riuscita del recupero è necessario che tutti i pacchetti non vengano sovrascritti e siano integri. Il programma Recuva elenca i file recuperati affiancando un segno verde qualora il recupero ha successo e un segno rosso qualora almeno un pacchetto del file è stato compromesso pertanto il recupero non è possibile.
    Si raccomanda sempre e comunque un backup dei propri file per evitarne la perdita.Antonio Parisi

Lascia un commento