Smart working alcuni strumenti utili

Smart working alcuni strumenti utili

Smart working alcuni strumenti utili

Guest Post by Stefania Grosso Content writer per TechWarn Media

Smart working alcuni strumenti utili: Con l’affermarsi dello smart working – in molti casi semplice telelavoro – si diffondono anche strumenti e software utili per affrontare al meglio il proprio lavoro anche a distanza. A partire dai classici come Skype e Drive, fino a app per la condivisione di task e monitoraggio di progetti, gli strumenti utili per il lavoro agile sono moltissimi. Scopriamo quali sono alcuni di questi strumenti e quali funzioni hanno!

  1. Asana

Dal 2008 Asana permette di gestire i progetti insieme al proprio team ordinando scadenze, obiettivi, scadenze e integrando anche altri strumenti utili come Drive, Dropbox ma anche Slack. Inoltre è possibile assegnare compiti, tenere traccia dei risultati, e ricevere notifiche sul completamento dei progetti, oltre a poter scaricare i dati in file csv.

  1. Trello

Più conosciuto di Asana, Trello allo stesso modo permette di lavorare e seguire i progetti in team attraverso la suddivisione di compiti in schede colorate e dalla grafica accattivante. Inoltre possiede un bot che svolge automatizzazioni attraverso le schede e avvisa delle scadenze in calendario.

  1. Slack

Per comunicare e collaborare in tempo reale con i propri colleghi e membri di un team niente è meglio di Slack, una semplice app – disponibile anche su desktop – che permette di creare canali per condividere messaggi, file e anche chiamate. Nella versione premium Slack si integra con ben 2000 app comprese Drive e Office, ma anche nella versione gratuita le integrazioni sono molte ed efficienti.

  1. TeamViewer

Collaborare a distanza è di certo più difficile in quanto non sempre si possono mostrare in tempo reale i propri progressi. Per risolvere questo problema esistono app come TeamViewer, un software che permette la condivisione dello schermo e l’accesso remoto ad un altro computer. La connessione viene naturalmente crittografata in modo da impedire il furto di dati sensibili, ma se volete una protezione aggiuntiva potete attivare una connessione virtuale privata, disponibile anche come semplice estensione VPN per Chrome.

  1. Toggl

Per tenere traccia del tempo e delle mansioni svolte esistono moltissimi programmi, ma il più efficiente è Toggl. Questa app di tracciamento supporta ben 100 programmi diversi, e permette la categorizzazione per importanza oltre a permette di generare fattura e creare i pagamenti per i freelance.

  1. Zoom

Dimenticate Skype, per le videoconferenze il software da usare è Zoom. Sincronizzabile con i vari calendari di Google e Outlook, si può integrare anche con Slack e supporta fino a 1000 partecipanti e 49 video, oltre ad archiviare le conversazioni in un cloud dedicato.

  1. Smart Task

Uno dei principali punti a favore dello smart working è l’aumento di produttività. Smart Task è un software pensato proprio per aumentare la produttività tenendo traccia dell’evoluzione dei progetti. E per le aziende a contatto con il pubblico e direttamente coinvolte nella vendita, il programma comprende anche dei grafici e delle panoramiche sulle sales e la possibilità di relazionarsi direttamente con i clienti.

Stefania Grosso
Content writer per TechWarn Media

Hosting Shared